Chi siamo   |   La rete   |   Associati   |   Organizzazione   |   Curriculum   |   Partner   |   Esperti   |   Albo Fornitori   |   Sedi

 
  Home Statuto Servizi Tavoli di Progettazione Progetti Pubblicazioni Seminari Stage Amministrazione Trasparente  
 
Area Download
L'area download è riservata agli associati Tecla; vi troverai lo Statuto, i documenti necessari per l'adesione e le note di Approfondimento Tecla Bruxelles.

Per accedere è necessario aver effettuato la registrazione al servizio.

username:


password:

Pubblicazione

IFEL TECLA - #CampusEurope
Ladder Project

Terzo Bando Interreg Europe

Descrizione e obiettivi

Il programma Interreg Europe è stato costituito con l’obiettivo di aiutare le autorità locali e regionali dell’UE a sviluppare ed implementare politiche migliori. Attraverso la creazione di un framework di opportunità condivise si mira a far sì che gli investimenti e le implementazione di progetti abbiano un impatto sostenibile sui territori e le persone. Lo scopo del Programma Interreg. Europe 2014-2020 è di fornire gli strumenti necessari alle regioni d’Europa affinché possano sviluppare al meglio il loro potenziale aiutandole a convertire i loro punti di forza in opportunità di progresso economico, sociale ed ambientale.

 

Obiettivo

L’obiettivo generale del bando, in conformità con il programma Interreg. Europe, è di garantire:

  • Una migliore performance nello sviluppo di politiche e programmi a livello regionale;

  • Lo scambio fra autorità locali e regionali di good practices e di idee su come gestire e efficacemente implementare politiche e i programmi pubblici;

  • Trovare soluzioni ai problemi che possono essere incontrati nelle attuazioni di tali programmi.

     

Assi prioritari

Il programma è diviso in quattro assi prioritari inseriti nella strategia Europa 2020. Come riportato nella tabella di seguito, i quattro assi prioritari corrispondono agli undici obiettivi tematici postulati nel primo paragrafo dell’articolo 9 del Common Provisions Regulation (EU) 1303/2013. Per ogni asse prioritario sono definiti uno o più obiettivi specifici. Gli applicant sono invitati a presentare i progetti per uno degli obiettivi specifici riportati di seguito.

 

Assi prioritari

 

Priorità d’investimento

 

Obiettivi Specifici

1-       Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione (corrispondente all’obiettivo tematico 1)

 

1(a) – incrementare le infrastrutture di Ricerca ed Investimento (R&I) nonché le competenze e i centri di eccellenza in tal ambito.

 

1.1     Migliorare l’implementazione di politiche e programmi su base regionale, in particolare programmi di investimento per la Crescita economica e la base occupazionale nel settore dell’innovazione e della Strategia di Specializzazione Smart.

1(b) – promuovere lo sviluppo dei privati in R&I, sviluppare le relazioni e le sinergie fra imprese e centri dell’educazione superiore attraverso investimenti nella ricerca e sviluppo di beni e servizi e dell’innovazione sociale; creazione di cluster altamente innovativi, capacità di produzione avanzata e diffusione di tecnologie per tali scopi.

1.2     Migliorare l’implementazione di politiche e programmi su base regionale, in particolare di programmi volti alla crescita economica e alla mobilità professionale in settori di particolare rilevanza nella Cooperazione territoriale Europea. Migliorare l’innovazione di attori regionali della Strategia di Specializzazione Smart.

 

2-       Aumentare la competitività delle PMI

(Corrispondente all’obiettivo tematico 3)

 

 

 

 

 

 

3-       Supporto al passaggio verso un’economia a basse emissioni di carbonio (corrispondente all’obiettivo tematico 4)

3(d) – Supporto alle capacità delle PMI ad impegnarsi nella crescita dei mercati regionali, nazionali e internazionali e nel processo di innovazione.

 

 

 

4(e) – Promuovere strategie di basse emissioni di carbonio per tutti i tipi di territori, in particolare per le aree urbane, ivi inclusa la promozione di mobilità urbana sostenibile e mitigando gli effetti derivanti dall’adozione di tali misure.

 

2.1: Migliorare l’implementazione di politiche e programmi regionali di sviluppo nell’ambito della crescita e dell’occupazione, supportando le PMI nelle diverse fasi del loro ciclo di sviluppo al fine di raggiungere la crescita e l’innovazione.

 

 

3.1: Migliorare l’implementazione di politiche e programmi regionali di sviluppo nell’ambito della crescita e dell’occupazione, sostenendo la transizione a un’economia a basse emissioni nell’ambito della Strategia di Specializzazione Smart.

 

4-       Protezione dell’ambiente ed uso efficiente delle risorse energetiche (corrispondente all’obiettivo tematico 6)

6(c) – conservare, proteggere, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale.

 

 


6(g) – supportare la transizione industriale verso un’economia efficiente nell’uso delle risorse, promuovendo la green growth, l’eco-innovazione e il partenariato pubblico – privato di tipo sostenibile.

4.1: Migliorare l’implementazione di politiche e programmi regionali di sviluppo nell’ambito della crescita e dell’occupazione, sostenendo la protezione e lo sviluppo del patrimonio naturale e culturale.

 

4.2: Migliorare l’implementazione di politiche e programmi regionali di sviluppo nell’ambito della crescita e dell’occupazione, sostenendo e promuovendo la green growth, l’eco innovazione e performance sostenibili.

 

Beneficiari

Qualsiasi delle seguenti organizzazioni con base in uno dei 28 Stati Membri UE così come in Norvegia e Svizzera, sono beneficiari dei fondi di Interreg. Europe:

  • Pubbliche Amministrazioni (nazionali, regionali e locali);

  • Istituzioni a base pubblica (es. agenzie di sviluppo locale, organizzazioni di supporto alle imprese, università);

  • Organizzazioni no – profit private.

Partner di Paesi non inclusi ne programma possono partecipare ma a proprie spese. Le organizzazioni no - profit e le organizzazioni Svizzere non possono essere leading applicant.

I progetti dovranno coinvolgere un minimo di 3 partner di cui 2 DEVONO essere Stati Membri dell’UE e quindi sensibili di finanziamenti del programma Interreg. Europe.

 

Azioni Finanziabili

Il bando finanzierà azioni su una delle due iniziative finanziate dal programma, quale:

Progetti di Cooperazione Interregionale

Verranno finanziati progetti di partenariati con altre entità in uno degli altri Paesi beneficiari del programma con circa l’85% dei fondi. Attraverso tali progetti, della durata di almeno 3-5 anni, dovranno essere indicati obiettivi di azione di comune interesse. Inizialmente i partner dovranno condividere le proprie esperienze, idee e know-how su come gestire al meglio i problemi derivanti dall’implementazione degli stessi. Ciascun partner regionale dovrà:

  • Produrre un piano d’azione;

  • Istituire un gruppo di stakeholder;

  • Partecipare attivamente nelle piattaforme “policy learning”.

Successivamente, ciascun partner dovrà monitorare i progressi dell’implementazione delle loro azioni e riportarle al leading partner. In linea con il programma generale, per ciascun progetto, circa metà degli strumenti di policy (qualsiasi strategia o politica adottata da una PA rispetto ad una situazione specifica del territorio) individuati dalle regioni UE dovranno essere coperte finanziariamente da uno dei Fondi Strutturali Europei. Tutti i progetti presentati DEVONO coinvolgere l’amministrazione responsabile degli strumenti di intervento politico (strumenti di policy).

Fra i criteri usati per valutare la proposta vi sono: 1) Rilevanza del progetto, 2) qualità della partnership e 3) tipi e qualità dei risultati raggiungibili.

Si valuterà, inoltre: 1) la coerenza della proposta con le modalità di attuazione, 2) le attività di gestione e comunicazione e 3) il budget previsto e la modalità di uso delle risorse finanziarie.

 

Procedura

Per presentare le proposte, si dovrà passare attraverso le seguenti fasi:

  1. Gli applicant dovranno completare il format online in inglese, poiché è la lingua di riferimento. I format completati in un’altra lingua verranno considerati ineleggibili.

  2. Completare e presentare le dichiarazioni del partner, ivi inclusa quella del leading partner.

  3. Presentare, se possibile, la “lettera di supporto” dell’Autorità di riferimento.

     

Risorse finanziarie disponibili

L’ammontare complessivo del terzo bando è di 145 milioni EUR.

Riprendendo quanto stabilito nel Manuale del Programma, in relazione alla durata del progetto e al numero di partner coinvolti, il budget FESR per ciascun progetto potrebbe assestarsi sui 1-2 milioni EUR.

Il cofinanziamento FESR può coprire l’85% dei costi ammissibili dei progetti presentati da autorità pubbliche o enti di diritto pubblico e il 75% dei progetti presentati da enti privati non-profit.

Per i partner pubblici italiani il restante 15% di cofinanziamento è a carico del Fondo di rotazione nazionale (Delibera CIPE n.10 del 28 gennaio 2015).

I partner di Svizzera e Norvegia non possono usufruire del FESR e saranno quindi coperti da risorse nazionali.

La quota di co-finanziamento verrà così calcolata:

 

% di Cofinanziamento

Partner eleggibili a seconda dell’area e dello “status” legale

85%

  • ·         Pubbliche Amministrazioni (nazionali, regionali e locali);
  • ·         Istituzioni a base pubblica (es. agenzie di sviluppo locale, organizzazioni di supporto alle imprese, università);

Degli SM dell’UE.

75%

Organizzazioni no - profit private di SM non UE

50% Fondi Norvegesi

Pubbliche Amministrazioni, Istituzioni a base pubblica e Organizzazioni No profit private Norvegesi.

Fondi Svizzeri

I partner svizzeri sono pregati di contattare il Centro Nazionale Svizzero del Programma Interreg. Europe per avere maggiori informazioni sulle possibilità di finanziamento svizzero.

 

Maggiori Informazioni:

Nota di approfondimento al Bando

Nota di approfondimento al Programma

  

« indietro

TG WEB
"EUROPPORTUNITA"

Tecla Video
Notizie dall'E.. »

Banca dati progetti europei

Tecla News

Tecla News

Tecla News

Scadenzario Bandi Comunitari

Lettera d'allerta

Documenti associativi

Bandi News

In breve dall'Europa

Eventi

Attuare con successo la strategia Europa 2020


High Quality Italy | Alta qualità certificata e garantita